Silencio

Del senso di colpa, del senso di panico, del silenzio, ciascuno cerca a modo suo di guarire. Alcuni vanno a fare viaggi. Nell’ansia di veder paesi nuovi, gente diversa, c’è la speranza di lasciare dietro a sé i propri torbidi fantasmi; c’è la segreta speranza di scoprire in qualche punto della terra la persona che potrà parlare con noi. Alcuni s’ubriacano, per dimenticare i propri torbidi fantasmi e parlare. E ci sono poi tutte le cose che si fanno per non dover parlare: alcuni passano le serate addormentati in una sala di proiezioni, con al fianco la donna alla quale, così, non sono tenuti a dover parlare; alcuni imparano a giocare a bridge; alcuni fanno l’amore, che si può fare anche senza parole. Di solito si dice che queste cose si fanno per ingannare il tempo: in verità si fanno per ingannare il silenzio.

[da: “Silenzio”] – Natalia Ginzburg

Se devo dire la verità, e forse devo dirmela, non mi sento tanto in forma. Ci sono mattine come queste in cui mi sveglio in preda ad una sensazione di silenzio, vuoto, forse la definirei proprio angoscia.

Il tempo sembra scorrere senza significato, nemmeno la mia faccia allo specchio mi dice qualcosa, il percorso verso il lavoro, le inutili telefonate di lavoro, con le solite menate che cambiano attore ma mai contenuto.

L’ufficio, il caffè, i pensieri che scaccio in continuazione ma ogni tanto riescono a rientrare, basta un particolare, un odore.

Cerco di ingannare il mio silenzio, ma non sono bravo ad ingannare nemmeno me stesso sono bravo ad ingannare. Cerchi, maledetti cerchi, vivo in una circoferenza eterna, orbitando attorno a qualcosa che non riesco a sbrogliare.

E niente oggi va così, fuori fa caldo e c’è il sole ma dentro è dicembre e piove.

Duermen en mi jardín
Las blancas azucenas, los nardos y las rosas
Mi alma muy triste y pesarosa
A las flores quiere ocultar su amargo dolor

Yo no quiero que las flores sepan
Los tormentos que me da la vida
Si supieran lo que estoy sufriendo
Por mis penas llorarían también

Silencio, que están durmiendo
Los nardos y las azucenas
No quiero que sepan mis penas
Porque si me ven llorando morirán

Silencio
(Silencio)
Que están durmiendo
(Que están durmiendo)
Los nardos
(Los nardos)
Y las azucenas
No quiero que sepan mis penas
Porque si me ven llorando morirán
Porque si me ven llorando morirán

11 thoughts on “Silencio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...