Time after time

“È questo il punto. Ci sono sempre un prima e un poi che non s’incrociano mai. Uno va e l’altro viene, a rammentarci che ogni gesto della nostra vita ha senso solo nel momento in cui lo compiamo, e anni dopo ci ritroviamo da soli, a balbettare una scusa, a giustificare una mossa sbagliata ritenuta corretta, a cercare invano di spiegare contesti che gli altri non potranno mai capire.”

Stefano Tassinari – L’amore degli insorti

E’ vera questa cosa, spesso ci casco anche io. Da solo cerco di capire mosse del mio passato che potevano essere diverse, ma non ha senso tutto questo, non ha senso.

Ieri sera cenavo a casa con un amico, si discute spesso del senso delle relazioni con lui, in modo generale non legato ad episodi particolari, ed è così vero siamo tutti, ma proprio tutti, abbagliati dal futuro e dal passato, in modalità diverse, in infinite sfumature, quando quello che conta è solo il presente. Il passato non esiste, se non nelle nostre rielaborazioni che possono anche essere false, il futuro proprio non esiste, non c’e’ davvero alcuna garanzia di futuro neanche del secondo che segue questo. Ed il tempo cosa diavolo è? Visto che non esiste un passato ed un futuro?

Viviamo in un tempo che è sempre e solamente una transizione tra passato e futuro, tempo cronologico e tempo interiore. Quello cronologico è una convenzione, serve per vivere giorno per giorno, per prendere l’autobus, per arrivare a lavoro. Quello interiore beh è quello della memoria,

Credo di aver letto qualcosa tempo fa come sia il pensiero che forgia la progressione psicologica del tempo.

E diceva una cosa meravigliosa, che la dipendenza dal tempo per generare il cambiamento è sbagliata, bisogna liberarsi dal tempo per attuare il cambiamento.

Se voglio cambiare qualcosa, ed affido al tempo il mio cambiamento, rimarroò in uno stato di conflitto, che non aiuta il cambiamento, devo piuttosto riuscire a fermare la mente per agevolare il cambiamento. Cambiare è possibile solo ora, non domani, non fra un anno. Il nostro cervello quando è interessato e vigile è fermo, attento, quando non siamo attenti,  e deleghiamo alla necessità di tempo il cambiamento stiamo resistendo.

Comprendere significa ascoltare, quando ascoltiamo davvero cambiamo, quando ci difendiamo, usando il tempo, stiamo solo difendendo quello che capiamo potrebbe rivoluzionare la nostra vita. Siamo in grado di sentire cose importanti, di sentire la vera essenza per noi.

Sono stato anni cronologici, e millenni psicologici, in stato di conflitto, ho rallentato il tempo psicologico, ho trascurato quello cronologico, ma non volevo cambiare, perchè dovevo vedere quello che capivo avrebbe rivoltato la mia vita. Ora ho capito cosa c’e’ dentro, alcune cose mi piacciono, altre credo non potrò fare a meno di accettarle, ancora sono in conflitto, il cambiamento non è possibile in questo stato, la consapevolezza è maggiore, la sofferenza è distribuita, ma la mente non è tranquilla, non percepisce il vero.

Quando volete ascoltare un brano musicale o guardare un quadro che amate, al quale siete particolarmente sensibili, qual è lo stato della vostra mente?

Subito si crea una quiete, non è così? Quando ascoltate la musica, la vostra mente non vaga: ascolta. Allo stesso modo, quando volete davvero comprendere il conflitto, non dipendete più dal tempo, in alcun modo; siete semplicemente di fronte a ciò che è, ossia al conflitto. Ecco allora sorgere immediatamente una quiete, un’immobilità della mente.

La ricerca della felicita’ [Jiddu Krishnamurti]

7 thoughts on “Time after time

    • Non sono assolutamente d’accordo. Primo non è niente di esterno che tormenta la nostra via, siamo noi che lo facciamo per tramite degli altri. Far entrare qualcuno ne vale sempre la pena, ci arricchisce. Nel bene e nel male sempre. Riflettici, non sono mai gli altri, siamo noi che permettiamo quelle cose succedano, e comunque si può trasformare qualsiasi evento in una crescita.

      Liked by 1 persona

      • Si’ siamo noi, infatti ho scritto che siamo noi che ci complichiamo la vita. Pero’ alla fine di tutto questo tormento c’e’ solo perdita e accettazione della perdita. Maturare significa perdere le cose? Io non mi sento arricchita, mi sento piu’ povera.
        Finche’ stavo nel mio mondo ero serena… ora vado avanti. So che mi manca un figlio e quello che avevo nel mio pensiero non ci sara’ mai piu’. Un figlio mi manchera’ sempre e dovro’ convivere con questa cosa straziante…

        Mi piace

      • Mi dispiace che stai così ma solo tu puoi trasformare il veleno in medicina, vivere significa perdere, ma anche acquisire cose nuove, ogni perdita porta nuove possibilità. Solo tu puoi trasformare il dolore in nostalgia e poi tenerezza ed usarlo per rigenerarti. Io ora sono consapevole che la strada può essere solo questa, sono anche consapevole che dirtelo non serve a niente, devi arrivarci con la tua strada.

        Liked by 2 people

      • Se ti rassegni hai perso. Se ti guardi dentro e capisci cosa è stato disfunzionale da parte tua, ne verrai fuori ed avrai vinto con te stessa. La perdita fa parte della vita, appena nasciamo perdiamo vita, ma possiamo acquisire tante cose belle, basta saper guardare. Lo so che non mi credi, non rassegnarti, non aiuti te stessa per prima. UN abbraccio sincero.

        Liked by 2 people

      • La capacità della mente è ampia e vasta, come l’ampio cielo. Non startene a sedere con la mente fissa sulla vacuità. Se lo fai tu cadrai in un neutro genere di vuoto. La vacuità include il sole, la luna, le stelle, e i pianeti, la grande terra, montagne e fiumi, tutti gli alberi e le erbe, uomini cattivi e uomini buoni, cose cattive e cose buone, paradiso e inferno; sono tutti nel mezzo della vacuità. Anche la vacuità della natura umana è come questo. (La via dell’acqua)

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...