100 (Alegrias Calladas)

Mi sono appena ricordato che oggi avresti fatto 100 anni. E forse il regalo della consapevolezza e della conoscenza di me stesso, mi sta arrivando da te, effettivamente da te dovevo imparare l’amore per me stesso, e da te l’ho imparato in qualche modo misterioso.

Sono stato tanto fortunato ad averti accanto per 32 anni della mia vita 88 della tua. Ancora mi sorprendo a pensare di comporre il tuo numero di telefono per raccontarti le cose che mi succedono.

Vorrei mi vedessi adesso, anche se sto ancora attraversando il deserto e non sono nel mio momento di splendore maggiore, ma vorrei tu mi vedessi adesso perchè sono tanto più fragile e vero, mi manca sempre non raccontarti e non condividere con te le cose che mi succedono. Il tuo sguardo che non mi ha mai chiesto nulla e mi ha solo e sempre dato, il tuo sguardo l’ultima volta che ti ho vista in ospedale e mi hai salutato triste, sapendo che non ci saremmo più rivisti, tutta la dolcezza che mi hai regalato. Ecco Caterina, ( e ti chiamo per nome perchè non l’ho mai fatto) ti amo ed è bellissimo che io mi sia ricordato stamattina del tuo compleanno, così d’impulso senza pensarci.

4 thoughts on “100 (Alegrias Calladas)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...