Di superfici e cambiamenti

original

Perché vuoi sempre spiegare? Perché vuoi sempre scoprire che cosa c’è dietro? E più dietro ancora, sempre e solo dietro? Come sarebbe una vita limitata alla superficie? Serena? E sarebbe da disprezzare solo per questo? Forse c’è molto di più alla superficie – forse è tutto falso ciò che non è superficie, forse tu vivi ormai tra immagini illusorie, continuamente cangianti, non belle come gli dei, ma svuotate come quelle dei filosofi. Forse sarebbe meglio: tu allineeresti parole (giacché hanno da essere parole), ma ora sei sempre alla ricerca di un senso, come se ciò che tu scopri potesse dare al mondo un senso che il mondo non ha.

Elias Canetti – La rapidità dello spirito

Riflettevo sul perchè negli ultimi due mesi, stia attraversando un periodo di blocco nel suonare. Oggi l’esperienza è stata veramente frustrante, mi sono seduto, avevo un idea e non riuscivo a riconoscere l’idea.

Forse sono in cambiamento, forse il periodo mi rende iperanalitico, l’improvvisazione richiede che si riesca ad aggirare l’io cosciente, lasciando emergere la parte inconscia che usa tutte le risorse che ha a disposizione dimenticandosi di averle. Probabilmente sto analizzando ogni pensiero, lo guardo, cerco di capirlo ed andare dietro e collegarlo ad altri e non riesco ad aggirarmi, cerco di controllarmi.

E chissà se davvero questo volersi dare risposte sia davvero benefico, la superficie è davvero così male oppure alla fine viviamo sempre e comunque un eterna superficie? E forse la tremenda verità è che un senso non esiste, ognuno forse trova il suo, ma un senso vero non esiste.

E forse per riprendere a suonare dovrei semplicemente non giudicare quello che vien fuori, forse perchè è diverso, e gli equilibri nuovi sono duri da riconoscere e mantenere, e per me la musica è contatto con l’io profondo, e se quell’io profondo non esiste più nella forma che conoscevo, forse non riconosco quello che viene fuori. E quanti forse e chissà ci ho messo in queste parole, che quasi cancellerei tutto, per pudore, per incertezza.

9 thoughts on “Di superfici e cambiamenti

  1. Io credo che giudicare sia implicito in tutto quello che facciamo, vediamo, ascoltiamo. Solo non è detto che debba essere un giudizio di valore tipo buono/cattivo. Se semplicemente ascoltassi? E pur percepisco uns certa disarmonia, cacofonia o quello che è, perché non la lasci fluire? Se davvero viene da dentro di te dovrà pur uscir fuori se proprio vuoi liberartene…

    Mi piace

    • cacofonie non ne sento, semmai sento differenza con quello che penso. Ovvero ho idee ma non riesco a realizzarle. Lascio uscire ma il risultato non mi soddisfa. Giudicare è una cosa, spiegare e’ un’altra… non so se ho capito bene il senso del tuo commento pero’.

      Mi piace

      • Mi viene in mente una canzone dei Tiromancino, l’adoro soprattutto per il testo, a un certo punto dice di RICOMINCIARE A FLUIRE…qualsiasi sia la cosa che ti blocca, che ti disturba, che percepisci diversa rispetto a quello che vorresti esprimere, lasciala uscire, in qualsiasi modo venga fuori. Credo che solo allora potrai liberartene e fluire anche tu, libero da ostacoli…

        Liked by 1 persona

  2. Un foglio bianco, inondato d’acqua. La carta si gonfia, si ingrossa, si muove… paura. Cosa accadrà adesso? Sarà la carta buona? Dovevo prendere una grammatura differente? Era meglio il 100% cotone? Una goccia di colore cade dall’alto. Oggi ho scelto il verde. Sarà abbastanza intenso? Ecco, si dissolve, nuota nell’acqua, inizia ad aggrapparsi alla carta… un’altra goccia e poi un’altra. Avevo idee… le ho perse tutte, mi affido all’acqua e alla terra, la carta che fa da base. Il cielo arriva da solo insieme alle sue immagini, Man mano che il mio fuoco si dá il permesso di divampare senza confini. :*

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...