Ed io dovevo dirtelo

Oggi è una giornata no. Viaggio, probabilmente il viaggio peggiora le sensazioni, forse perchè amplifica la solitudine, non lo so ci penserò. Per ora viaggio, cielo grigio, pensieri ricorrenti.

Non è rimasto niente di quel mondo tenero
dannatamente tenero
e fastidioso
incredibile
fatale.
Solo piccoli ricordi
e noi due
noi due non ancora danneggiati dal futuro.
Io rimpiango tutto quello che non ci siamo fatti
tutto quello che vorrei farti ora
anche se oggi
cerco di dimenticarti,
Tu non sai quante volte ho cercato di rinunciare a te
ma poi non ci riesco
nonostante tutto questo
non ci riesco
ancora no.
Mi basta che tu mi dica qualcosa
che tu mi regali un dettaglio
ed io torno a credere in te riesco a credere anche nella vita
pur non vivendo affatto.
Tutto questo lo devo a te
capisci.
Ed io dovevo dirtelo.

Emidio Paolucci – Ed io dovevo dirtelo

Dovevo dirtelo ma non mi hai permesso di farlo.

23 thoughts on “Ed io dovevo dirtelo

  1. Non ti conosco, però. Niente, però questa cosa, questo “dovevo dirtelo” sono due anni che lo dico. Non serve a niente, almeno a me, a noi, non è servito a niente. Tutto basta nel vedere il viso di Sting mentre inizia a cantare “he deals the cards as a meditation”. Fa male, parecchio. Bonne chance, continua sempre a suonare, sempre.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...