Que serà

2c4853ac0097347e3e6401d64cc9dc70

Mi è capitato spesso di  parlare con persone che attribuiscono al termine “umano” una connotazione negativa o meglio più che negativa assolutoria.

Eh scusa sono umano/a, sono troppo umano per provare un sentimento nobile come il perdono, non è una scelta che un umano può fare.

Trovo che queste affermazioni siano alibi, grazie al cielo gli umani sono capaci di fare cose incredibili (nel bene e nel male intendiamoci), ma non è l’attributo umano che caratterizza la capacità o meno di fare una cosa nobile.

Leggevo tempo fa un libro sulle scelte, La tirannia delle scelte di Renata Saleci, filosofa di stampo lacaniano, non sto a discutere sul libro che è fantastico e rappresenta quanto sia sopravvalutata la scelta nella nostra società odierna. C’era un passo che riporto

scelta

Ed è vero non sempre gli esseri umani agiscono nel loro migliore interesse, e questo vale per le scelte che vanno a bene della collettività o per scelte che il nostro inconscio ci spinge a fare anche contro il nostro migliore interesse.
E quindi è umano tutto, provare sentimenti nobili, come l’amore disinteressato per il prossimo o uno sconosciuto, è umano progettare stermini di massa contro il bene di altri ignari ed innocenti esseri umani.

Siamo umani e la nostra capacità di stupire noi stessi e gli altri con gesti e produzioni nobili o ignobili è illimitata, ma per piacere non usiamo il termine umano per giustificare una scelta. Se scelgo di non amare, se scelgo di non perdonare non è perchè sono umano, ma perchè sento di dover fare quella scelta che è altrettanto umana come l’opposta. Alcune scelte sono più difficili di altre ma altrettanto umane. Ognuno di noi ed ovviamente anche io nel mio piccolo ho fatto nella mia vita cose nobili e cose ignobili entrambe umane, e semplicemente da accettare e non giudicare.

Per accompagnare questo post mi sembrava adeguato Que Sera, in una versione improvvisata per gli studenti dell’accademia d’arte. Loro disegnavano sulla mia musica, anche in quel caso ogni umanità percepiva cose completamente diverse. E davvero che cosa sarà che ci rende così umani nel bene e nel male, i poeti brasiliani, colpiscono sempre nel segno. Che cosa sarà che ci fa perdonare? Forse proprio l’accettazione dell’umanità dell’altro e la grandezza della nostra.

 

6 thoughts on “Que serà

  1. Pingback: Que serà – Onda Lucana

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...