Howl’s moving castle

imgp4543_pub

Quando ero piccolino, giocavo spesso a shangai, il gioco dei bastoncini, in cui dovevi districare un ammasso di bastoncini aggrovigliati, senza muovere gli altri.

Bisognava procedere con cautela, pazienza, spostare il bastoncino sbagliato poteva significare far crollare tutto il mucchio di bastoncini. Vinceva chi prendeva più bastoncini e quelli di maggior valore.

Ecco, io così mi sento da un po di tempo a questa parte, sto seduto davanti ai miei bastoncini mentali, li guardo e non so da dove iniziare, ho paura che toccando quello sbagliato venga giù tutto il groviglio, travolgendo tutti gli altri bastoncini, anche quelli che sembrano più solidi.

Ci giro intorno, li guardo, cerco di vederli da un’altro punto di vista, ma non trovo il coraggio di toccare il primo. Avvicino la mano, inizio a tremare e torno indietro.

“Non dobbiamo meravigliarci se sta ancora male” effettivamente ha ragione, ancora non ho cambiato nulla e senza modificare alcune cose non è possibile vedere dei risultati. Intanto continuo ad osservare i bastoncini, cercando di capire da quale iniziare, spero di non far venire giù tutto, di nuovo. Non si vince nulla qui, se non un po di serenità e penso di meritarla tutta.

 

17 thoughts on “Howl’s moving castle

  1. Karen Blixen ha detto “qualsiasi dolore diventa sopportabile se lo si inserisce in una storia” (riferendosi al narrare le cose, o a scriverne). E Stevenson invece diceva “non esiste alcun dovere tanto trascurato quanto quello di essere felici”. Bisogna far crollare i bastoncini, affondare nel dolore, raccontare, e poi, visto che sai di meritarlo, non trascurare di essere felice.

    Liked by 1 persona

      • Bene. Sistemarli è più dura che farli crollare, ho già dato diciamo così… è che poi non si sistemano più nello stesso modo che tu immagini. Diversi. Serenità, sì, ci si arriva. Per la felicità c’è tempo, e ci vuole il sapersi lasciar andare, cosa che si riacquisisce con tanta pazienza. Buona serata suonatore.

        Mi piace

  2. l’hai detto tu, come nel gioco, ci vuole pazienza. Ma anche voglia di mettersi in gioco e rischiare. Il resto fa anche parte della vita e le variabili sono tante. Ma nella vita si cambia o almeno a me è accaduto di cambiare. Ciao. Il pezzo musicale è bellissimo!

    Mi piace

  3. Pezzo e film: meravigliosi.
    Ci giocavo tantissimo a shangai da piccola, che suggerimento fantastico!
    … dovrei tornare a farlo, è meditazione pura.
    Veramente notevole il potenziale di quel gioco, metaforico, meditativo, liberatorio poi se ti accorgi che parte della vita dipende dalle tue scelte ma che non sempre è così, non di tutto siamo responsabili, a volte ciò che abbiamo intorno crolla perchè dipende da fattori esterni e restano sul tavolo nuove opportunità.
    Grazie come sempre, prezioso pianista.

    Mi piace

      • Sai credo che l’errore stia nel focus.
        Anche non scegliere è una scelta, così come lasciar scegliere gli altri per noi. Scegli! Ma se io voglio aspettare? Anche quella è una scelta. Lo Shangai può durare ore se ascoltiamo noi stessi. Poi passa la mamma, inciampa nel tavolo e tutto si rimescola 😉
        La differenza la fa la presenza, rispetto alla scelta/non scelta, la coscienza con cui lasciamo che questo accada, a quella rispondiamo, prima di tutto.
        Non capisco a cosa sto rispondendo, il lettore ha fatto un mix di due post … alla faccia dello Shangai!

        Liked by 1 persona

      • E hai colpito ed affondato. Io ho generato una serie di grandi casini scegliendo di non scegliere. Ma quella non scelta non era consapevole, era una scelta impossibile come nella scelta di Sophie, chi salvi di due figli? Non avevo coscienza e non sapevo di dover scegliere. E’ passata la mamma ed ha fatto cadere lo shangai.

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...