Shapes of my heart

Il pianoforte scava, nell’anima, chopin probabilmente l’avrebbe suonata così. Non c’è tempo, non c’è spazio. La musica supera le barriere fisiche.

The sacred geometry of chance
The hidden law of probable outcome
The numbers lead a dance

Un brano pensato e composto da un chitarrista pop , stravolto da una pianista classica, che lo rivolta, lo rende dolorosamente intimo. Non mi bastano le parole per descriverlo, entra dentro, scorre, apre, dolorosamente si fa strada.

Poesia vera, fatta di musica, parole, voce imperfetta. Se dovessi immaginare l’impronta del mio cuore ora sarebbe così.

And if I told you that I loved you
You’d maybe think there’s something wrong
I’m not a man of too many faces
The mask I wear is one
Those who speak know nothing
And find out to their cost
Like those who curse their luck in too many places
And those who smile are lost

10 thoughts on “Shapes of my heart

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...