Sono giornate strane

oasi-nel-deserto

La stanchezza fisica, gioca sempre brutti scherzi. Ieri Torino, tutto il giorno, partenza alle 6 rientro alle 22, dovevo lavorare ancora, una doccia veloce, e ancora preparare slide.

A volte mi sento come un generatore impazzito di slide e presentazioni powerpoint, viviamo in questa magnifica realtà. Sono contro la powerpointizzazione del lavoro. Il powerpoint è la negazione dell’approfondimento.

Oggi sveglia alle 5, i gatti sono intorno, dormono beati, fjodor proprio russa… , quasi mi dispiace svegliarli per i miei impegni, ma qualcuno dovrà pagargli i croccantini?  E di nuovo in viaggio verso Milano, domani Roma, Giovedi’ firenze, Venerdi’ Bologna. Finirà tutto questo delirio, la mia vita rassomiglia a quella di un nomade. Nomade fisico, nomade dell’anima. Faccio sogni strani, popolati di strani personaggi, sonni frammentati e spezzati. Ogni volta che apro gli occhi grazie al cielo trovo qualcuno di loro intorno. La loro pace mi commuove, almeno sento di regalare tranquillità a loro.

15726705_10211635317788377_4059928524041490075_n

Non mi sento bene, per niente, non sono felice e non riesco nemmeno a capire dove diavolo sia l’origine di questa voragine. Certo il periodo, certo la botta, certo tutto, ma non ci capisco più nulla. Alterno fasi di euforia a fasi di angoscia, e solo in alcuni casi riesco a placarmi. Non voglio la stanchezza fisica mi impedisca di pensare l’ho fatto per anni, mi sono rintronato di stanchezza per non vedere, ed ha funzionato, non ho visto e alla fine mi sono ritrovato spiaccicato su un muro.

La tua irrequietudine
mi fa pensare
agli uccelli di passo
che urtano ai fari
nelle sere tempestose:
è una tempesta anche la tua dolcezza,
turbina e non appare,
e i suoi riposi sono anche più rari.
Non so come stremata tu resisti
in questo lago d’indifferenza
che è il tuo cuore

Eugenio Montale, da Dora Markus

On Air una mia versione di felicità di Dalla.

22 thoughts on “Sono giornate strane

  1. il post bello, ma il pezzo e’ veramente emozionante . Grazie
    Pensavo che io da sempre sono nata e vivo nel posto sbagliato
    non c’e’ nulla che mi piaccia nulla, troppo spesso faccio finta di non vedere questi panorami, di sentire questa temperatura di respirare questa aria
    ma sono stanca di dirmelo ma di essere sempre qui pero’

    Liked by 1 persona

  2. Hai dei gatti meravigliosi, per il resto credo che qualsiasi parola sarebbe fuori luogo, ti auguro di riuscire a trovare un po’ di serenità…..e visto che sei sempre in giro in macchina non rischiare, sei ti senti molto stanco fermati.

    Liked by 1 persona

  3. Vivo di slide ed essendo consulente aziendale, tocca farle pure in certo modo. Meglio le slide che word per me, lo detesto perché non fa mai quello che gli dici di fare.
    Sentirsi fuori posto penso che sia normale per delle persone con un animo più sensibile e profondo. La superficialità che a volte circonda non permette di sentirsi accolti e da li nasce (secondo me) quel sentimento di disagio. L’assenza di comunicazione, del sentirsi capiti. Però in qualche modo la cosa va accettata, altrimenti se ne rimane vittime.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...