Fuori di me

over-the-town-chagall

Over the town – Marc Chagall

Oggi mi sono svegliato fuori di me
e sono uscito a cercarmi.

Ho percorso strade e sentieri
finché non mi sono trovato.

Seduto su un lembo di muschio
ai piedi di un cipresseto
a conversare con la nebbia
cercando di dimenticare
quello che non posso.

Ai miei piedi,
foglie, solo foglie.

Humberto Ak’Abal – Oggi

Ci sono giornate strane, ti svegli con una strana sensazione addosso, fuori di te, irrequieto e inquieto. Giornate in cui guardi ma non vedi, osservi ma non fermi. Quando sto male fisicamente peggiora anche il malessere interiore, sono raffreddato, sono tornato da una giornata estenuante, con questo senso di estraneità a me stesso.

There’s no yes in yesterday
And who knows what tomorrow brings or takes away

Piango, converso con me stesso, cercando di dimenticare quello che non può essere dimenticato. E piango, sotto le coperte semplicemente fuori di me. Il freddo che sento non è solo fisico, è peggiore è dentro di me.

May all your storms be weathered
And all that’s good get better

Here’s to life, here’s to love, here’s to you.

On Air: Here’s to life

2 thoughts on “Fuori di me

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...