Un alba dipinta sui muri

yourcenar1

L’alba fremeva sul dorso dei cavalli
frementi nell’attesa di partire.

Tiberio abbandonava Roma.

Ci vuole Capri
– mormoro’ l’imperatore –
ci vuole il mare.

Dentro il Foro nessuno,
interprete dei sogni o indovino,
gli aveva mai svelato
che il gelo che lo paralizzava
non era Roma,
ma lui che non sapeva amarla.

Troppe storie Tiberio
per un uomo solo,
anche se imperatore.

Forse ti ci voleva un petto piu’ profondo
in cui allogiare un animo piu’ vasto.

L’alba, nel disperato tentativo di fermarlo,
corse a spalmarsi morbida sui muri
distribuendo generosamente
la pioggia di pagliuzze d’oro
con cui leniva quotidianamente
le ferite della malinconica citta’
e il cuore di Tiberio.

Anche il candido marmo
che pure forte risplendeva
si fece, tra le braccia del sole,
tutto biondo.

E se restassi?

Tremo’ Tiberio mentre il suo sguardo
carezzava l’oro della Pietra.

Ma intanto
aveva fatto un cenno con la mano
e i carri, cigolando,
mossero lentamente verso Formia

Claudio Alvigni

Mi ha sempre colpito questa parte di Memorie di Adriano, quanta profondità in queste parole.  Ognuno ha la sua Roma che non riesce ad amare, ognuno di noi è Tiberio dentro se stesso, e guardando alla propria anima, si può guardare alla magnificenza di Roma.

Il gelo che mi paralizza, non è Roma sono io che non riesco ad amarla, non riesco a vedere i paesaggi disegnati appena dall’alba, la luce misteriosa dell’alba che avvolge e rende speciale quasi ogni paesaggio.

E poi colpisce quel petto più profondo in cui allogiare un animo piu’ vasto, se solo fossimo in grado di lasciare entrare quello che di buono c’è intorno e a dare una casa adeguata a quello di speciale che abbiamo dentro di noi…e invece non riesco a dare una casa adeguata ai miei sentimenti ed alle mie emozioni. E si lascia Roma ed invece….

E se restassi?

Non ho mai trovato un posto in cui ho pronunciato, questa frase, questa domanda, penso sia una bella domanda da porsi quando si vede in lontanaza una spiaggia su cui ci si vuol fermare, come suona bene…..

E se restassi?

E forse mentre ti poni quella domanda, già tutto è cambiato ed i carri cigolando si muovono verso un’altrove dove ci si potrà chiedere ancora

E se restassi?

11 thoughts on “Un alba dipinta sui muri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...