Buonanotte

Sono di poche parole, pensieroso e un pochino accartocciato su me stesso. Capisco sempre più cose, a scatti, si aprono delle intuizioni. E perdo certezze, e acquisisco informazioni, su di me, prendo confidenza con un me estraneo che non conoscevo. Ho pianto molto, come spesso mi accade dopo aver imparato un pezzettino in più di me stesso.

E al di là della notte
mi aspetterà
spero
il sapore di un nuovo azzurro.
(Nazim Hikmet)

E lascio una canzone tra le più belle mai scritte da quel genio di Michel Legrand. What are you doing the rest of your life? Frase bellissima e intensa. Trio magnifico, pianoforte accarezzato, gioco tra i musicisti intenso e intimo. Come l’amore , quello vero.

12 thoughts on “Buonanotte

  1. Le parole di Hikmet sanno toccare il cuore. Accostare il sapore con il colore dell’azzurro. Che sia allora il colore della tua ricerca, del tuo agire. Piangere non necessariamente è una cosa negativa sai? Cerca di guardare oltre…stasera ascolterò allora quella magia in musica. Un sorriso. Lila

    Liked by 1 persona

  2. In effetti ascoltando si avverte quasi un accarezzarsi tra i diversi strumenti musicali. C’è armonia e questo si avverte poi nel suono. E’ però un tipo di musica che a parer mio richiede un orecchio diverso, non so…o forse sono io che non riesco ad ascoltarla…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...