Buio

buio_a

E’ buio, fuori e dentro. Ho un bisogno impellente di parlare e non posso farlo. La sensazione è quella di quando salta il tappo di una bottiglia, poi il contenuto fuoriesce di getto ed in maniera un po disordinata.

Che gran casino quest’anno, spero tutto questo abbia un senso e serva a qualcosa, anche se per ora è quasi impossibile intravedere un qualcosa di sensato in questa melassa di sensazioni. Limitatori, paure, cambiamenti, perdite, scintille di vecchie perdite e tanto dolore, troppo credo se un troppo può esserci.

Sembra un labirinto, un magnifico ed elaborato labirinto, si gira intorno al nocciolo e ci si ritrova in un’altro ramo dello stesso labirinto o addirittura al punto di partenza.

Come potevo immaginare che il tempo avesse questa strana facoltà di fermarsi, ho vissuto per 8 anni in un universo immaginario, in una realtà artificiale come quella di Truman Show. Il mio cervello ha costruito tutto questo per me, probabilmente per evitarmi tutto quello che ora sta avvenendo. Se le cose non si affrontano peggiorano, diventano più grandi e più complesse, ed il macigno che ho trascinato per anni ora è veramente un colosso.

Certo l’abbandono, la sparizione nel nulla, di una persona amata, proprio nel momento del bisogno è un pugno nella bocca dello stomaco, alla fine per far funzionare le cose bisogna essere in due, e le colpe non stanno mai tutte da una parte, il sapore amaro della perdita è terribile. Ho sottovalutato la situazione, ho sottovalutato i tuoi problemi che conoscevo e temevo, sono stato irrazionale completamente ed ho accettato cose che non dovevo.

“Non possiamo scappare dal passato. La sofferenza del passato tende a restare in sospeso fino a che non siamo pronti a scoprirla. A volte, le nuove perdite sono la scintilla di quelle vecchie. E può capitare che non sentiamo la perdita fino a che non sono passati anni, fino a quando non subiamo una nuova perdita”.
(Elisabeth Kubler Ross)

Ecco la perdita di una persona importante, una perdita così simile ad una morte per le modalità, mi ha riaperto la scintilla di una perdita reale e fisica che non avevo avuto il coraggio di affrontare. Quel dolore che è arrivato come una cascata io non lo capivo, era veramente di un intensità che non conoscevo. Ora sto capendo gradualmente il perchè.

Forse il tuo compito era portarmi qui e lasciarmi continuare da solo, forse è così , eppure non riesco a prendere pace, perchè quando si impedisce a qualcuno di parlare, di spiegare di raccontare, si annulla la sua dignità. Ed io sono stato annullato in un silenzio irreale, che mi lascia in un senso di irrealtà e di ipotesi.

La fatica, la fatica di avere responsabilità grosse, nel lavoro e nella vita di tutti i giorni quest’anno ha completato l’opera. Sono stremato, nuoto, vado avanti ma la terra ferma non la vedo, a momenti vorrei lasciarmi andare e semplicemente andare giu’ per vedere fino a dove si puo’ arrivare, ma grazie al cielo gli impegni pressanti me lo impediscono.

Rimane la stanchezza e questa sensazione di buio.

 

16 thoughts on “Buio

  1. Non ci resta che andare avanti… indietro non si torna. E’ brutto subire la scelta presa a senso unico da un’altra persona. Un percorso molto lungo e doloroso perche’ scava nel nostro profondo e porta a galla perdite e mancanze incolmabili. Per quanto mi riguarda la famosa volpinablu era il mio desiderio di avere un figlio d’amare e io avevo un amico che amavo in tal modo. Risultato quest’amico mi ha allontanato rendendo impotente il mio amore… non saro’ mai madre di nessuno. Questo il mio piccolo dolore. Volpinablu era ed e’ il mio sogno di bene e di bonta’. Lo proteggo nel mio cuore. Ho sbagliato a regalarlo ad un’altra persona. E’ difficile volersi bene per davvero. E tutto questo macinare di pensieri a cosa serve? Solo a farci del male. Dobbiamo guardare avanti… non so come… ma dobbiamo farlo. Quello che e’successo a te e’ molto piu’ grave di cio’ che e’ capitato a me. Per me era un amore di pensiero senza fisicita’. Ci vuole tempo. Molto tempo x riuscire a respirare ancora… ciao

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...