A multitude of angels

Pomeriggio quasi invernale, pioggia, un disco magnifico uscito ieri (A multitude of Angels) testimonianza di un tour italiano nel 96 di Keith Jarrett. Poesia sublime di una stagione magica. Nome non poteva essere più adatto. Ascoltandolo si sprigionano legioni di angeli, angeli un po malinconici, angeli colorati che guardano con compassione come quelli di Wenders sui cieli di berlino, la nostra umanità complicata e disastrata.

Caffe’ lungo sul tavolo, gatti sparsi per casa mollemente ronfanti. Ed io sospendo i miei pensieri, il mio tormento interiore, per lasciarmi avvolgere dall’atmosfera di rinascita dell’inverno. Gli angeli di jarrett e quelli felini si dispiegano intorno e mi avvolgono. Per oggi sospendo il pensiero.

 

 

One thought on “A multitude of angels

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...